Veneto: menù di Natale

 

Gnocchi al sugo d’anatra

Lessare le patate, arrivate a  cottura farle intiepidire e schiacciarle in una ciotola, amalgamare a queste la farina, l’uovo e una presa di sale. Ottenuto un composto omogeneo farlo riposare coperto da un canovaccio.
Nel frattempo pulire l’anatra e tagliarla in pezzi, tritare insieme la cipolla con sedano e carota, farli soffriggere in padella con un filo di olio e aggiungere poi l’anatra e farla rosolare a fuoco alto per 5 munti. Condire con sale e pepe, sfumare con il vino.
In una ciotola a parte stemperare il concentrato di pomodoro con un bicchierino di acqua calda; quando il vino nella pentola è evaporato aggiungere sia il concentrato di pomodoro che la salsa di pomodoro, coprire la pentola e far cuocere a fuoco basso per un’ora.
Con la pasta preparata … [continua]

 

Polenta e baccalà

Tritare il prezzemolo, tritare la cipolla, tagliare in pezzi il baccalà e infarinarlo. In una pentola scaldare un po’ di olio e far rosolare la cipolla e le acciughe, quando queste iniziano a sciogliersi unire altro olio e il baccalà, far insaporire per qualche minuto poi versare sia il latte che il concentrato di pomodoro, condire con sale e pepe e far cuocere per circa un’ora.
Per la polenta, portare a bollore l’acqua, versare a pioggia la farina e il sale, mescolare delicatamente con la frusta in modo che non si formino grumi e quando il tutto è ben stemperato far cuocere per un’ora utilizzando l’apposito attrezzo da polenta.
Servire il baccalà su un letto di polenta calda bagnato con tutto il suo sugo ben frullato.

 

Anelli di cipolla in pastella

Per la pastella mescolare con una frusta la farina, il lievito, l’uovo, il latte e l’olio fino ad ottenere un composto omogeneo; far riposare coperto con un foglio di pellicola da cucina per mezz’ora.
Nel frattempo pelare e affettare le cipolle formando degli anelli. In una padella antiaderente scaldare abbondante olio di semi. Quando questo è caldo, immergere gli anelli di cipolla prima nella pastella e poi tuffarli in padella facendoli cuocere fino a completa doratura.
Scolare gli anelli su carta assorbente e servirli caldi, aggiustando di sale.

 

Pandoro farcito con crema al mascarpone

Lavorate a crema lo zucchero con i tuorli, il rum, incorporatevi prima il mascarpone, poi 2 degli albumi montati a neve, facendo attenzione a non smontarli, infine incorporate anche le gocce di cioccolato. Tagliate il pandoro con un coltello da pane a seghetto in orizzontale a fette alte almeno 3 cm. Ricoprite ogni fetta (attenti a mantenere l’ordine) con la crema coprendo bene anche le punte. Ricostruire man mano il pandoro sfalsando le punte (non devono combaciare). Spolverizzatelo di zucchero a velo, poi tagliatelo verticalmente in 4 o 6 fette in modo da poter servire tanti triangoli. Per facilitare l’operazione potete bloccare le fette prima di tagliarle con degli stecchi di legno lunghi (quelli per gli spiedini), che poi eliminerete.

 

 

in: La nostra cucinaNatale
29 novembre 2012
di alessio