Uno studio italiano dimostra che mangiare frutta e verdura allunga la vita di 3 anni

Niente studi effettuati all’estero questa volta: a sostenere la testi che la frutta e la verdura oltre a fare bene all’organismo allungano la vita, è il dottor Andrea Bellavia. La sperimentazione è stata effettuata su un campione di 71706 individui misti tra uomini e donne svedesi con un’età compresa tra i 45 e gli 83 anni.

Lo studio si è così svolto: prima è stato sottoposto loro un questionario sulle loro abitudini alimentari, in particolare di frutta e verdura, poi sono stati comparati i dati con i decessi nei successivi 13 anni di analisi (circa 11 mila individui). Il dotto Bellavia che ha seguito e diretto il team di ricerca ha affermato “L’associazione tra consumo di frutta e verdura e mortalità è stato raramente analizzato da grandi studi. I risultati dei pochi studi disponibili sono incoerenti. L’obiettivo è stato quello di esaminare la relazione tra la dose di frutta e verdura consumata e la mortalità, sia in termini di tempo che di frequenza, in un ampio campione di uomini e donne svedesi“.

Quindi frutta e verdure allungano la vita: un un consumo ridotto di frutta e verdure è stato associato ad una minore sopravvivenza e a tassi di mortalità più elevati. Coloro che non hanno mai consumato frutta e verdura hanno vissuto 3 anni in meno e hanno avuto un tasso di mortalità del 53% maggiore rispetto a chi consumava 5 porzioni al giorno.

Conclude infine il dottor Bellavia dicendo “Il consumo di meno di 5 porzioni al giorno di frutta e verdura è associato a una sopravvivenza progressivamente più breve e a tassi di mortalità più elevati“.

Di conseguenza, i vegetariani e in particolare i vegani che seguono diete ricchissime di frutta e verdura vivrebbero di più.

in: Salute e Benessere
22 Febbraio 2016
di silvia