Una SPA a base di birra: la rivoluzione del relax

Tutti a mollo nella birra! Questa l’iniziativa lanciata dal centrocampista del Cardiff, il 30enne Aron Gunnarsson capitano della nazionale che tanta simpatia ha riscosso al Mondiale russo: l’uomo, come riporta la Gazzetta.it, ha deciso di investire in un centro benessere a base di birra a Akureyri, città a nord dell’Islanda.

Insomma, una spa dove la birra è la vera protagonista. All’interno di questo centro, un lungo percorso di benessere permetterà di alleggerire la mente e tonificare il corpo, il tutto immersi (nel vero senso della parola) in una delle nostre bevande preferite.

Stando alle prime recensioni diffuse in rete, sembra essere un’esperienza davvero rigenerante: “dopo lunghi giorni di camminate, il bagno di birra e la sala relax erano esattamente ciò di cui avevamo bisogno” – scrive un cliente; altri, invece, si concentrano sugli effetti positivi del trattamento, sottolineando come i capelli e la pelle siano rimasti morbidi per giorni.

A parte il divertimento e la trovata originale, sembra che questo tipo di spa abbia anche degli aspetti importanti dal punto di vista salutare. Il centro punta sui benefici che la birra può dare al corpo: aumenta l’energia, aiuta il sistema immunitario e promuove la salute della pelle, dei capelli e delle unghie.

La terapia ha dei costi contenuti per un’offerta decisamente ricca suggestiva: per 59 euro si possono trascorrere 25 minuti nella vasca piena di birra con la possibilità di servirsi pinte alla spina in numero illimitato.

in: Salute e Benessere
29 Aprile 2019
di alessio