Toscana: menù di Natale

Crespelle alla fiorentina

Per le crespelle mescolare in una ciotola la farina con il latte, le uova e un pizzico di sale; scaldare una padella antiaderente e versare un mestolo abbondate in essa, cuocendo una per volte le crepe e girandole da entrambe le parti fino a che non sono un po’ dorate.
Per la besciamella far sciogliere il burro in un pentolino, unire la farina e farla tostare, poi versare a filo il latte, il parmigiano, un pizzico di sale e di noce moscata, quindi continuando a mescolare far raddensare la crema.
Per il ripieno lessare gli spinaci lavati in un po’ di acqua salata, poi scolarli e frullarli, quindi mescolare al composto le uova, il parmigiano, la ricotta e una presa di sale.
Stendere un po’ del composto su ogni crespella, arrotolarle e disporle una vicino all’altra in una teglia imburrata; versare sopra la besciamella, fare in modo che ne vada un po’ negli angoli, spolverizzare con del parmigiano, aggiungere la salsa di pomodoro e qualche fiocchetto di burro; infornare queste crespelle alla fiorentina per 15 minuti a 200° (forno preriscaldato).

 

 

 

Fagiano arrosto

Passare il fagiano sul fuoco per eliminare bene tutta la peluria, lavarlo. Per la farcia del fagiano preparare un trito con bacche di ginepro, aglio, salvia, rosmarino e metà pancetta, il tutto condito con un filo di olio. Riempire il fagiano con questo composto.
Avvolgere il fagiano nelle restanti fette di pancetta, legarlo bene con dello spago e farlo rosolare in una padella a fuoco alto con un filo di olio, sfumare con il vino, non appena questo è evaporato coprire e far cuocere a fuoco basso per un’ora.
Servire il fagiano ben caldo.

 

 

 

Insalata di cannellini

Far imbiondire la cipolla affettata in padella con 3 cucchiai di olio, aggiungere poi lo zucchero e l’aceto, il cumino, il sale e il pepe, lasciando stufare per mezz’ora.
Nel frattempo scolare i cannellini e lavarli, dopo aggiungerli in padella con il resto degli ingredienti e farli cuocere per qualche minuto. Servire subito.

Panforte

Mettete le mandorle su una teglia in forno caldo e fatele tostare leggermente. In una casseruola, mettete lo zucchero semolato, il miele e mescolando, fate cuocere a fuoco moderato, fino a che immmergendo un po’ di composto in una tazza d’ acqua fredda e lavorandolo un po’, questo farà una pallina. Togliete la casseruola dal fuoco ed unite poco alla volta e sempre mescolando le mandorle, le nocciole, la frutta candita(cedro, arancia, melone) a filetti o a pezzetti, la farina, il cacao, la vaniglina e 20 gr di cannella. Amalgamate bene gli ingredienti, poi foderate una teglia con le ostie e versateci il composto. Livellatelo bene (dovrà avere lo spessore di circa 2 cm) e infornate a 120° per mezz’ora. Il dolce non dovrà colorire. Sfornate, lasciate raffreddare, rovesciatelo su di un piatto da portata e spolverizzatelo con lo zucchero al velo e la cannella avanzata.

in: La nostra cucinaNatale
14 dicembre 2012
di silvia