Segreti e consigli per avere una panna montata perfetta

A molti potrà sembrare una banalità, ma montare la panna non è una cosa così scontata. A chi non è capitato di lavorarla troppo facendo impazzire tutto, oppure di smontarla dopo l’illusione che tutto fosse andato bene? Montare la panna può essere tanto facile ma anche tanto difficile se non si conoscono le giuste regole da dover rispettare.

Pronti?

Per prima cosa quando bisogna preparare la panna montata è bene usare la panna fresca e non a lunga conservazione; nel momento in cui va montata la panna, questa va usata ben fredda (per essere sicuri, potete creare anche un bagnomaria freddo, inserendo la ciotola dove c’è la panna in una ciotola più grande contenente acqua e ghiaccio, facendo però attenzione che non entrino in contatto. Sempre freddi e perfettamente asciutti devono essere le fruste, sia che usiate quella a mano che quelle elettriche.

Per montare la panna il movimento iniziale delle fruste deve essere abbastanza lento, regolare, dal baso verso l’alto; man mano poi che la panna inizia ad addensarsi il movimento deve essere sempre più veloce. Quando è pronta la panna? La panna è pronta quando ha una consistenza densa e spumosa. E’ bene far attenzione però a non montarla troppo altrimenti diventa burro; quando la panna è diventata burro si notano dei piccoli ricci duri sulla superficie.

Conservazione: una volta preparata la panna montata, potete conservarla per un giorno in frigorifero, per un tempo superiore si rischia che questa si smonti e una volta che è in parte liquida è ormai irrecuperabile anche se si prova a montarla di nuovo.

in: Scuola di cucina
12 Settembre 2014
di silvia