Il Rapporto Coop lo ha dichiarato: gli italiani sono i più attenti alle etichette e alle date di scadenza.

Italia al primo posto, positivamente, per la quantità dei rifiuti prodotti annualmente: è lo stato con il minor livello di spreco alimentare. Gli italiani, quanto a chilogrammi di rifiuti procapite all’anno, vanno meglio dei Paesi del Nord (dai 187 kg record della Svezia ai 184 della Norvegia fino a scendere ai 164 di casa nostra).

Le parole della deputata Maria Chiara Gadda ”Siamo i primi in Europa ad aver adottato un provvedimento di questo tipo una legge di iniziativa parlamentare, cosa rara, che nasce da un approccio condiviso con le associazioni e le imprese. Non partiamo da anno zero, oggi già recuperiamo 500mila di tonnellate di cibo ogni anno, nostro obiettivo è raddoppiare e contrastare concretamente la povertà”.

I dati del Rapporto Coop del 2016 (Associazione nazionale cooperative di consumatori)  ha evidenziato questi dati, promuovendo anche un nuovo progetto “meno spreco più solidarietà”, che si basa sulla diffusione di informazioni per favorire una spesa già oculata, trucchi e segreti sia per il riciclo che per il risparmio in fatto di spreco.

in: Notizie Dal Mondo
23 Ottobre 2016
di silvia