Ramazzotti : la produzione passa da liquore a gel disinfettante per aiutare a combattere l’emergenza

Dallo storico Amaro Ramazzotti al disinfettante per mani. Nei giorni dell’emergenza Covid-19, la distilleria del Gruppo Pernod Ricard ha convertito la produzione per aiutare la comunità canellese, fornendo la soluzione disinfettante made in Canelli alle associazioni di volontariato locali.

L’idea, del gruppo Pernod Ricard che oggi gestisce il marchio piemontese, è a fin di bene. Il gel Ramazzotti verrà donato agli ospedali locali. Un po’ amaro, gradi Covid-19 circa, è il perfetto contrappasso per la Milano, non più da bere ma da sanificare.

In questo momento delicato, il disinfettante mani, data la sua scarsità, risulta un bene sempre più utile ed essenziale per le comunità locali – spiega Laura Mayr, direttore della Business Unit Ramazzotti – e se nelle nostre normali funzioni siamo “Creatori di Convivialità”, ora è il momento di supportare la salute pubblica e dare il nostro contributo attivo“.

La produzione di disinfettante è stata avviata quando ancora la situazione non era così emergenziale, con le prime bottigliette distribuite al personale della distilleria e degli uffici di Milano. L’azienda non è stata riconvertita completamente, per rispettare il timing e le scadenze di consegna soprattutto con il mercato estero, ma ha dedicato alcune linee alla produzione e all’imbottigliamento del disinfettante. Ogni bottiglietta viene riempita manualmente, e così continuerà nei prossimi giorni: non è solo uno sforzo economico, ma anche fisico da parte dell’azienda. 

in: Natale
30 Marzo 2020
di silvia