Quanto influenzano i colori a tavola?

 

– bianco: dona pace e concentrazione ed è il simbolo della purezza e dell’eleganza. Mangiare cibi bianchi, come il riso o il latte, aiuta a depurare il corpo;

– nero: stimola l’eros, crea mistero e aumenta il senso del rischio non solo nei cibi (per esempio il cioccolato), ma anche utilizzato per apparecchiare la tavola;

rosso: sinonimo di ansia e agitazione, aiuta a contrastare la voglia di abbuffarsi e riduce il desiderio di spuntini; tale colore è associato all’idea di pericolo, divieto e stop, per cui, inconsciamente, di fronte a questo colore tendiamo a essere più prudenti e a mettere in atto un meccanismo di limitazione.

arancione: aiuta a risolvere i problemi di digestione;

verde: un colore rigenerante che trasmette tranquillità e quindi aiuta a consumare i pasti con maggiore tranquillità;

blu: utilissimo per smorzare la fame, soprattutto quella dovuta al nervosismo;

giallo: colore che trasmette calore ed energia; viene consigliato mangiare cibi gialli (mais, uovo, miele) durante i cambi di stagione o nei momenti di stress fisico perchè “ricaricano” il corpo.

 

in: Alimentazione
08 aprile 2013
di silvia