Piccoli gioielli custoditi nelle conchiglie


 

Le Capesante, che si trovano nei mari dell’Europa e dell’America settentrionale, vengono anche chiamate con il nome di “coniglie di San Giacomo”, perchè un tempo venivano raccolte lungo le spiagge oceaniche della Spagna dai pellegrini in cammino verso il santuario di Santiago (San Giacomo) de Compostela.

 

La pulizia di queste è davvero semplice: vanno aperte passando la punta del coltello prima contro la valva piatta e poi contro quella convessa in modo da staccare il mollusco; la parte esterna chiamata alveola si toglie, mentre la parte interna (noce + corallo) vengono cotti. Possono essere serviti anche nel loro guscio, in modo da renderli piacevoli per la vista.

 

Le capesante possono essere consumate sia crude che cotte: gratinate al forno e/o scottate in padella.

 

Sandwich di capesante

sandwichcapesantemenu.jpg

 

 

Capesante gratinate

capesantegratinatedukan2.jpg

 

Spiedini di capesante e pancetta

spiedinicapesantepancetta.jpg

 

Capesante con l’uva

capesanteuvaborghese.jpg

 

in: La nostra cucina
08 Febbraio 2013
di silvia