Piante in camera da letto, un’orchidea come salva-vita

Basta credere alle vecchie leggende metropolitane che le piante in camera fanno male e disturbano il sonno! Recenti studi (fatti dalla NASA) hanno dimostrato che negli ambienti domestici (camera compresa!) si nascondono pericolose sostanze chimiche come benzene, xylene, formaldeide e ammoniaca. Dove? Nei mobili, nel riscaldamento, nell’aria condizionata, nelle vernici, nei detergenti, negli spray e altri prodotti chimici di uso comune. E cosa ne dite degli apparecchi elettrici ed elettronici come il cellulare tenuto da molti di noi costantemente acceso sul comodino? Largo alle piante!

Sempre la Nasa ha identificato una serie di piante da interni che purificano l’aria e contribuiscono a calmare e migliorare il sonno e tra queste c’è l’orchidea.

Le orchidee sono conosciute proprio per la loro caratteristica di rilasciare nell’aria una gran quantità di ossigeno, particolare che le rende perfette per essere posizionate anche nella camera da letto. I benefici in generale sono moltissimi: riduce i livelli di stress, regola il livello d’umidità presente nella stanza, rimuove sostanze nocive presenti nell’aria, migliora il profumo dell’ambiente, dona sollievo dal mal di testa, previene l’insonnia.

Tra le altre piante consigliate ci sono anche Aloe Vera, Pothos, Tillandsia, Filodendro, Felce ed Edera.

 

 

 

in: Salute e Benessere
15 Aprile 2019
di silvia