Il pesce come alimento numero uno del mese di settembre: salutare e dietetico

Il pesce è il vero toccasana nell’alimentazione soprattutto dopo le vacanze estive, ricco di omega 3 è in grado di prolungare i benefici di queste ferie e riuscire a riportare il fisico alla forma che si era raggiunta prima dell’estate. I dati rilevati dall’indagine svolta da Federcoopesca in collaborazione con Confcooperative hanno evidenziato un grande aumento di richiesta nel mercato del pesce: gli italiani scelgono a settembre pesci light, come nasello, orata e gamberi di acqua dolce.

Un’alimentazione leggera ma prima di tutto salutare: il pesce inserito quotidianamente nella propria dieta permette non solo di prolungare i benefici delle vacanze estive, ma permette anche un sonno più tranquillo. Per quanto riguarda quest’ultimo caso, alcuni studi specifici effettuati in merito hanno evidenziato come adulti e bambini con bassi livelli ematici di omega 3 e di vitamina D presentano un maggior rischio di disturbi della qualità del riposo; per questo motivo un alimento come il pesce apporta grandi benefici.

Per chi sceglie di inserire in modo molto più evidente il pesce nella propria alimentazione di settembre, Federcoopesca consiglia una lista dii pesci magrissimi, il cui contenuto di grassi è:

– <1%: nasello, orata, razza, gamberi d’acqua dolce, polpi

– 1%-3%: sogliola, spigola, trota, palombo, rombo, calamari, seppie, mitili, ostriche e vongole

– 3%-10%: dentice, triglia, tonno, pesce spada, salmone, sarde.

in: Alimentazione
12 Settembre 2016
di silvia