Patto tra le Regioni: combattere insieme l’obesità dei più piccoli

I bambini sono oggi al centro di studi perché sono in continuo aumento i casi di obesità: sono sempre di più i bambini, quindi quelli la cui fascia di età è ancora sotto all’adolescenza, che iniziano a soffrire di obesità e sempre più i casi a rischio. Per risolvere questo problema che è in continuo ed esponenziale aumentano, arriva un importante Patto tra le Regioni.

Si sono riuniti ieri, giovedì 23 ottobre 2014, al Salone del Gusto a Torino per affrontare questo discorso tutti gli assessori regionali all’Agricoltura: in occasione della prima giornata del Salone è stato stilato un patto il cui obiettivo è quello di cambiare le abitudini alimentari dei giovanissimi a partire dall’eliminazione nelle scuole dei distributori automatici di merendine, bevande gassate, noccioline salate.

Al posto di queste “dannose” macchinette l’idea è quella di installare dei distributori di cibi più genuini, come yogurt, frutta fresca, panini farciti con ingredienti di prima qualità.

Un protocollo nuovo questo, proposto dall’assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero, il quale però non riuscirà a riscuotere un grande successo: i primi ad opporsi a questa idea sono i proprietari delle aziende delle macchine distributrici. Nonostante questo però Ferrero non si ferma: a suo sostegno ci sono 250 mila decessi l’anno per tumori, dove più della metà sono proprio legati a questi “finti” alimenti dannosissimi per la salute, sopratutto dei più piccoli.

in: Salute e Benessere
24 ottobre 2014
di silvia