Oggi cuciniamo con il Rum

 

 

Il rum, conosciuto per essere uno tra i più importanti superalcolici, è l’acquavite ottenuta dalla distillazione della melassa della canna da zucchero.

 

Caratterizzato da un colore giallo che tenere al marrone, ha un odore molto spesso aromatico. La sua gradazione alcolica varia a partire da un 37% fino ad arrivare a un 48%.

Il rum può essere classificato in tre diverse varietà:
– rum bianco, trasparente, di scarsa qualità, usato spesso nei cocktail;
– rum ambrato, stagionato per almeno quattro anni, ha una colorazione più scura rispetto al rum bianco, ma ha un corpo meno pieno del rum scuro;
– rum scuro, caratterizzato da un invecchiamento di almeno 12 anni in botti di rovere, ha un colore pieno ed un profumo intenso.

 

Come utilizzare il rum in cucina? Ecco alcune idee!

Torta di mele alsaziana

In una terrina impastate velocemente la farina con il burro, un uovo, 100 gr di zucchero, il sale e la buccia grattugiata del limone. Fate una palla e mettetela a riposare in frigo per una mezz’ora. Stendetela sottile tra due fogli di carta forno e foderateci una teglia da crostata, imburrata e infarinata (cm 26), facendo un bordo di almeno 2,5-3 cm. Bucherellate la pasta con i rebbi di una forchetta, distribuitevi la mamellata di albiccocche e cospargetela con gli amaretti sbriciolati …

 

 

 

 

Torta di riso emiliana

250 gr – Riso, 1 l – Latte, 100 gr – Mandorle, 150 gr – Zucchero, 30 gr – frutta candita, 40 gr – Uvetta, 1 bicchiere – Rum, 4 – Uova, Burro, pangrattato, 1 stecca – Vaniglia, Sale, 1 – limone

 

 

 

 

 

Semifreddo al torrone

Montate a crema i tuorli con lo zucchero. Incorporatevi il torrone tritato finemente (nel mixer) e il rum. Montate a neve soda gli albumi. Montate la panna. Delicatamente incorporate al composto di torrone gli albumi e la panna montata. Versate in uno stampo foderato con la pellicola trasparente oppue in tanti stampini individuali. Mettete in freezer per una notte. Sformate il semifreddo …

 

 

 

 

Tozzetti al cioccolato

450 gr – Farina
320 gr – Zucchero
3 – Uova
120 gr – Cioccolato fondente
70 gr – Burro
1 bustina – Lievit
1/2 bicchiere – Rum

 

 

 

Babà

Il babà o babbà è un dolce da forno, tipico della pasticceria napoletana. Il babà è una derivazione di un dolce a lievitazione naturale, originario della Polonia, che si chiama babka ponczowa, “dolce della nonna”, e ha mantenuto la forma tonda con la crema in mezzo. Utilizzato dai cuochi francesi, il “baba” ha assunto l’accento sulla sillaba finale, mentre i napoletani gli hanno raddoppiato la “b”. La leggenda vuole legare …

 

in: La nostra cucina
25 Maggio 2012
di silvia