New York mette fuori legge il foie gras

New York mette al bando il foie gras. Dal 2022 la vendita della specialità della cucina francese sarà vietata. Troppo crudele la pratica utilizzata per ingrassare a forza, tramite un tubo, anatre e oche e renderne più grasso e gelatinoso il fegato. Il divieto è sancito da una legge approvata ieri dal consiglio comunale che prevede multe fino a 2000 dollari per chi trasgredisce. 

Vietando il foie gras New York si allinea alla California, dove è già stato messo definitivamente al bando da luglio 2019, nonostante le battaglie legali dei produttori e le proteste dei ristoratori. Uno scenario molto simile a quello che si sta già delineando nella Grande Mela, uno dei più ampi mercati degli Usa per il prodotto francese.

Il fegato di oca fatta ingrassare tramite alimentazione forzata è nel mirino degli animalisti perché per ottenerlo si somministra alle oche cibo molto energetico attraverso un tubo in gola fino a quando sviluppano la steatosi epatica e il fegato si ingrandisce fino a diventare 10 volte più grande di quello che avrebbe un animale in salute.

“New York è la mecca del cibo nel mondo. Come è possibile che a New York non ci sia il foie gras?” ha dichiarato al New York Times Marco Moreira, executive chef e proprietario del Tocqueville, famoso ristorante francese a Union Square. “Quale sarà la prossima mossa? Niente più vitello?”. Dall’altra parte gli animalisti esultano, cominciando dai sostenitori di Voters for Animal Rights, che da tempo chiedono il provvedimento e hanno atteso l’esito del consiglio con un presidio sotto il municipio.

in: Notizie Dal Mondo
31 Ottobre 2019
di alessio