Mela, quasi meglio la buccia della polpa

Se avete da sempre l’abitudine di sbucciare la mela prima di mangiarla fate attenzione, forse è proprio la buccia la parte che fa meglio alla salute del vostro corpo. Un gruppo di studiosi americani ha scoperto che nella buccia di questo pomodoro c’è una sostanza che frena l’invecchiamento.

Elisir di giovinezza? Forse. Fa bene alla salute? Sicuro.

Una ricerca effettuata da alcuni studiosi presso l’University of Iowa (USA) ha analizzato la mela a 360° e ha portato alla luce alcune importanti informazioni: la pelle, cioè quella parte che in molti tendono spesso a scartare, è in realtà un concentrato di sostanze nutritive che fosse possono essere considerate addirittura meglio di quelle contenute nella polpa dello stesso frutto. Questo mix di sostanze infatti è un perfetto alleato per: prevenire l’atrofia muscolare (perdita di massa) e favorire l’accrescimento della stessa.

I dati sono stati pubblicati sul “Journal of Biological Chemistry” e sono accompagnati da alcune parole espresse dal professore di medicina Christopher Adams: “la perdita di massa muscolare tipica delle persone anziane è provocata da una proteina chiamata “ATF4”, la quale cambia la formazione dei geni. Tale trasformazione a sua volta blocca l’invio di proteine necessarie ai muscoli per restare forti. Ebbene, questa sostanza rilevata nella buccia delle mele è capace di “trasformare” i muscoli delle persone più avanti con l’età in quelli di un giovane adulto dopo appena due mesi.”.

La sostanza miracolosa contenuta nella buccia della mela porta il nome di “acido ursolico”: questi ha la capacità di incrementare la qualità della massa muscolare del 30% in tempi brevi.

in: Conoscere gli ingredienti
23 Settembre 2015
di silvia