Maxi raccolta a Milano: le bottiglie di plastica diventano un’opera d’arte

Sabato (13 luglio 2019) mattina a Milano l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani, ha dato il via, in Piazza del Cannone, a ”Clean the Oceans Pavilion“ posando la prima bottiglia di plastica, un piccolo gesto per sensibilizzare e costruire insieme a tutti i milanesi la prima installazione artistica collaborativa per contrastare la plastica negli oceani.

Il progetto nasce dalla partnership tra  SUPER-Scuola Superiore d’Arte Applicata del Comune di Milano e lo studio Thailandese all(zone),  promosso da Adidas e realizzato con il patrocinio  del Comune di Milano e la collaborazione di  Coripet.

Per iniziare a recuperare le bottiglie Super ha attivato in queste settimane una raccolta diffusa in tutta la città, coinvolgendo istituzioni, bar, hotel, palestre, condomini e semplici cittadini invitandoli a conservare le proprie bottiglie per la costruzione dell’opera. Tra i sostenitori il reparto dei Giovani adulti della casa circondariale di San Vittore “Francesco di Cataldo“, i cui detenuti si sono impegnati a raccogliere le bottiglie utilizzate all’interno del reparto.

“Grazie a questa installazione, arte e innovazione si fondono contribuendo ad ampliare le azioni del progetto ‘Milano Plastic Free’ promosso dall’Amministrazione che intende fare della nostra città la prima realtà italiana a limitare ed eliminare l’utilizzo delle plastiche monouso. Un’installazione artistica che nasce dalla collaborazione di tutti i  milanesi che con un piccolo gesto,  come quello di portare qui una singola bottiglia di plastica, possono concorrere a promuovere atteggiamenti e comportamenti virtuosi capaci di modificare le abitudini di tutti noi. Comportamenti che auspichiamo possano diffondersi con successo in tutta la città contribuendo alla salvaguarda dell’ambiente e degli oceani”, il commento di Tajani.

in: Notizie Dal Mondo
15 Luglio 2019
di silvia