Mangiare frutta e verdura anche in autunno: affidarsi a mele e pere

In estate il mangiare frutta e verdura viene senza dubbio più semplice, sopratutto perché i cibi che questa stagione offre sono molto più dolci e ricchi di colore (anche questo, come già sottolineato in passato aiuta l’alimentazione — Quanto influenzano i colori a tavola?). Anche in autunno e inverno è molto importante non perdere questa abitudine.

Il nostro organismo ha bisogno per 365 giorni all’anno di tutti quei principi attivi che la frutta e la verdura contengono; la frutta in particolare, di qualunque tipo essa sia, fornisce in generale al nostro organismo amidi, vitamine, fibre e sostanze antiossidanti. Il direttore dell’Unità di Ricerca per la frutticoltura di Forlì che ha portato avanti l’ultimo studio sui benefici della frutta e l’importanza di inserirla in modo costante nella nostra alimentazione, ha ricordato che la Fao, assieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità, abbiano più e più volte indicato una dose fissa di frutta e verdura da consumare ogni giorno. Ogni individuo deve consumare possibilmente 400gr misti tra frutta e verdura ogni giorno (divisi in 5 “pasti”) per aiutare il proprio organismo a tenere lontani diverse tipologie di tumore, infiammazioni intestinali, disturbi respiratori e in alcuni casi anche la cataratta.

Tornando alla stagione fredda, i frutti più diffusi sulle nostre tavole sono soprattutto mele e pere:

– le mele sono un frutto ricco di acqua, fibre, vitamina A, vitamina C e sali minerali, poi ancora potassio, magnesio, calcio; le mele sono uno dei pochissimi frutti altamente indicato anche per i soggetti che stanno seguendo dei regimi alimentari più restrittivi per la perdita di peso; della mela è bene mangiare tutto, anche la buccia perché questa combinata con alcuni acidi del nostro stomaco aiuta a bruciare i grassi;

–  le pere sono un altro frutto come le mele ricco di fibre, sia solubili che insolubili; sono ricchissime di potassio e tramite questo aiutano a prevenire depressione e stanchezza; inoltre grazie alla presenza anche di calcio e fosforo sono un grande amico del sistema scheletrico.

in: Alimentazione
06 ottobre 2013
di alessio