Mangia un piatto di Amatriciana dell’alta cucina, il ricavato va alla Croce Rossa

Grandi chef quali Carlo Cracco, Andrea Berton, Norbert Niederkofler hanno deciso di scendere in campo tutti insieme per dare un aiuto concreto a tutta la popolazione di quelle zone che da ieri è rimasta senza nulla. Il simbolo dell’aiuto è diventato proprio il piatto nato in queste zone, la pasta all’amatriciana.

Le buone iniziative che si sono attivate a favore di questo disastro:

Carlo Cracco presso il suo ristorante in Via Meda 24 inserirà nel mesù la classica “Pasta all’amatriciana” e per ogni piatto verranno devoluti 2€ in beneficenza

– sempre a Milano aderisce anche Andrea Berton che riapre il ristorante per la nuova stagione il primo di settembre e servirà l’amatriciana in bianco “La gricia”, una parte degli incassi sarà devoluto alla Croce Rossa

– in Val Badia invece c’è Norbert Niederkofler che presso il suo Wine Bar “Rosa Alpina” offrirà ai clienti la classica amatriciana ma preparata con spaghettoni locali; 16€ il prezzo alla carta, 5€ la parte destinata alla Croce Rossa

– gli altri della lista: Ugo Alciati del «Guido ristorante» di Serralunga d’Alba, Andrea Larossa del locale omonimo di Alba, Valeria Piccini del ristorante «Caino» di Montemerano (Grosseto), Andrea Ribaldone de «I due buoi» di Alessandria, Andrea Fusco del “Giuda Ballerino” di Roma ed infine i Fratelli Serva del “La Trota” di Rivodutri (Rieti).

in: Eventi
25 agosto 2016
di alessio