Mancanza di vitamine, il corpo te lo dice così

vitamine

Alimentazione non sempre controllata, mangiare fuori pasto adottando il classico “pranzo al volo”, cibi confezionati ecc. possono essere alcune delle tante cause che portano il nostro organismo ad avere carenze di alcune delle importanti sostanze nutritive, prime tra tutte le vitamine.

L’organismo, per comunicare queste mancanze, manda alcuni segnali, diversi per ogni tipo di vitamina per cui vi è una carenza, ma se si conoscono ben chiari per poter trovare un immediato rimedio. La carenza vitaminica non è un fattore da sottovalutare, si incorre spesso in questo problema al giorno d’oggi sopratutto perché oltre alla vita frenetica si uniscono anche tutte le diete “fai da te” che promettono enormi risultati in pochissimo tempo.

Ecco alcuni dei più chiari segnali di mancanza di vitamine da tenere sempre presenti in modo da poter intervenire quasi immediatamente su questo problema:

– eccessiva peluria: sembra un motivo ridicolo, eppure nelle donne se si presenta questo problema o si è in una fase di squilibrio ormonale, oppure si stanno producendo in quantità eccessiva gli ormoni maschili, per questo è meglio correggere l’alimentazione e limitare l’assunzione di tutti quegli alimenti oche contengono ormoni; meglio in questo caso scegliere una dieta a base di fibre vegetali e carboidrati complessi:

– insonnia, stanchezza cronica e capelli molto secchi: questo fattore indica una grande carenza di vitamina A; le soluzioni sono carote, menta, cavolo, prezzemolo, spinaci e rape;

– formicolio e indolenzimento a mani e piedi: carenza sempre di vitamina B, ma il consiglio è di assumente spinaci, asparagi, barbabietole e fagioli;

– crepe agli angoli della bocca: questo fattore indica una mancanza di ferro, vitamina B e zinco; le soluzioni sono broccoli, pepe rosso, cavolo e cavolfiore;

– brufoli rossi su gambe glutei e guance: mancanza sia di vitamina A che di vitamina D; in questo caso la lista degli alimenti per far in modo che il problema si risolta è più lunga e quindi favorisce una scelta più ampia, ovvero tra frutta secca, noci, mandorle, semi di lino, semi di canapa, carote, peperoni rossi, cavolo, patate dolci, arance e mandarini.

 

in: Salute e Benessere
06 Dicembre 2015
di silvia