Lieto fine per Pernigotti, l’azienda è salva

È stato raggiunto l’accordo per la reindustrializzazione dello stabilimento Pernigotti di Novi Ligure, che garantirà la continuità operativa del sito e la salvaguardia di tutti i 92 lavoratori. È quanto è stato comunicato martedì 6 agosto al Mise, all’incontro presieduto dal Ministro Luigi Di Maio, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle aziende coinvolte, l’advisor Sernet, i sindacati e gli enti locali.

“E’ stato fatto un passo avanti importante per il Piemonte ma anche per l’Italia, perché marchi storici come Pernigotti sono un patrimonio nazionale e un simbolo di quel Made in Italy che è nostro dovere tutelare. La Regione ha fatto la sua parte e continuerà a presidiare, vigilando fino a quando questo accordo preliminare non sarà definitivo”.

Questo il commento del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio insieme all’assessore al Lavoro Elena Chiorino, sull’accordo per la reindustrializzazione dello stabilimento Pernigotti di Novi Ligure.

“E’ molto importante che siano due realtà italiane, e una piemontese in particolare, a dare una nuova speranza per il futuro di Pernigotti”, sottolineano.

La società Pernigotti, ovvero la proprietà turca, “resterà titolare del marchio ‘Pernigotti 1860’, continuando la distribuzione e commercializzazione di cioccolato, praline, torrone e creme spalmabili”, come confermato da un comunicato dell’azienda di Novi Ligure, a valle dell’incontro che si è tenuto a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

La produzione di cioccolato, praline e torroni sarà affidata alla Spes cioccolato, cooperativa di Torino che il mese scorso aveva già proposto una bozza di piano industriale. In questo caso saranno impiegati circa quarantacinque persone, in aggiunta a una ventina di impiegati che, inizialmente, resteranno alle dipendenze dirette della Pernigotti. In totale, circa 80 posti di lavoro e nessun esubero. La maggior parte dei dipendenti passerà a una nuova società che potrebbe essere costituita se il 30 settembre, come auspicato, verranno firmati i contratti definitivi degli accordi.

in: Notizie Dal Mondo
07 Agosto 2019
di alessio