Libero dopo 50 anni di catene: il pianto dell’elefante Raju

Raju è tornato a vivere, o forse sarebbe meglio dire ha iniziato a vivere. L’elefante dopo 50 anni di schiavitù e maltrattamenti, passato a vivere ogni giorno attaccato a delle catene, è tornato in libertà grazie all’intervento dell’organizzazione Wildlife Sos che gli ha ridato la vita.

L’animale oggi vive felice e libero, ma la sua reazione in quel momento in cui le catene sono state tolte per sempre non solo fa commuovere ma fa anche riflettere.

Un pianto liberatorio, durato dei lunghissimi minuti, con tanto di lacrime di gioia perché in fondo Raju stava davvero capendo cosa gli stava per accadere.

Il gesto ha stupito tutti i presenti. Questo il racconto di uno dei soccorritori che hanno assistito dal vivo alla scena “Raju era in catene 24 ore al giorno, un atto di crudeltà intollerabile. Il team è rimasto pieno di stupore quando ha visto le lacrime durante il salvataggio. È stato incredibilmente emozionante. Sapevamo nei nostri cuori che si era reso conto di essere finalmente libero. Gli elefanti sono animali maestosi e molto intelligenti. Possiamo solo immaginare cosa abbia significato per lui patire mezzo secolo di torture. Fino al nostro arrivo, non aveva mai camminato libero dai suoi ceppi. Ma oggi sa cosa sia la libertà“.

in: Notizie Dal Mondo
21 Marzo 2019
di silvia