Le soluzioni all’intolleranza al lattosio

Possiamo definirla davvero una “grande famiglia” quelli a che comprende tutti gli individui che soffrono di intolleranza al lattosio, questo perché sono davvero più di quanti si possa pensare: nel sud Europa circa il 70% della popolazione soffre di questo disturbo.

Per evidenziare i rimedi e tutte le tecniche da adottare per non avere problemi con questa intolleranza, è bene prima capire con cosa di ha a che fare: l’intolleranza al lattosio è un complesso di sintomi che possono presentarsi per l’incapacità di digerire il lattosio, ingrediente presente nel latte. Questo avviene perché il corpo una una carenza di lattasi, l’enzima che scinde il lattosio in zuccheri semplici per essere poi assorbiti dal tratto gastrointestinale. Non sempre tutti colori che hanno questi problemi, li vendono manifestarsi con sintomi chiari e definiti del loro organismo.

Come prevenire problemi che possono insorgere per gli intolleranti? Le regole sono poche e semplici, basta solo farle diventare un’abitudine giornaliera.

1. Leggere sempre l’etichetta dei prodotti: nei cibi dove viene indicata la presenza di lattosio (anche sotto forma di polvere di lattosio o siero di latte in polvere), il contenuto di questi è abbastanza alto per provocarvi dei problemi di salute.

2. Sarebbe meglio rinunciare ad alimenti come latte vaccino, latte di capra, latticini freschi, gelati, panna ma non a grana e parmigiano; questi due sono ben tollerati, soprattutto nel caso degli stagionati che hanno un contenuto di lattosio quasi nullo.

3. I migliori sostituiti di questi ingredienti elencati nel punto 2, sono latti vegetali perché non contengono colesterolo ma allo stesso hanno un quantitativo di calcio quasi uguale: latte di soia, latte di riso, latte di farro, latte di mandorle.

in: Salute e Benessere
02 Novembre 2014
di silvia