Le maratone incantano le donne: per la prima volta nella storia le donne superano gli uomini

La maratona è donna. Numeri in crescita, traguardi che sembravano irraggiungibili invece diventano possibili, tendenze e mode che cambiano. Quello che una volta sembrava essere un mondo predominato dal sesso maschile, ora per la prima volta nella storia vede una maggioranza rosa.

Questi sono i risultati più significativi di una ricerca condotta dalla società danese Run Repeat e dall’International Association of Athletics Federation. I risultati, riportati su diversi media britannici, dimostrano che la percentuale delle maratonete è cresciuta significativamente, passando dal 20 per cento nel 1986 a poco più del 50 per cento nel 2018. Il corridore donna medio ha 36 anni, mentre il corridore uomo medio 40. Secondo gli autori della ricerca, questi cambiamenti demografici pongono alcune sfide agli organizzatori di maratone in tutti i paesi.

Una delle ragioni di queste trasformazioni è da individuare nel fatto che a motivare i maratoneti ora è soprattutto la partecipazione più che il miglioramento della prestazione. “Forse il corridore medio oggi è più concentrato su una buona esperienza che su un risultato rispetto a prima”, sostengono gli autori dello studio.

E così questo è un momento da segnare nella storia della corsa. Nel 2018 per la prima volta hanno corso più donne che uomini.

in: Salute e Benessere
07 Ottobre 2019
di silvia