L’arte del piatto unico

 

Tortini di spaghetti con prosciutto crudo e crescenza

 280 gr – Spaghetti, 200 ml – Salsa di pomodoro, 3 cucchiai – Panna, 3 cucchiai – grana, 1 – Uova, 150 gr – Crescenza, Prezzemolo
8 fette – prosciutto crudo, 100 gr – Rucola, Burro, olio di oliva, Noce moscata, Sale, Pepe

 

 

 

 

 

Cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata, scolarli quando sono al dente e condirli con la salsa di pomodoro, la panna sbattuta con l’uovo, un cucchiaio di prezzemolo tritato, il grana grattugiato e un pizzico di noce moscata.

Dividere gli spaghetti in 4 porzioni e cuocerne ciascuna in padella per circa 5 minuti con un filo di olio e una noce di burro, poi formare con l’aiuto di una forchetta un tortino e farlo dorare bene da entrambi i lati.

Mettere i 4 tortini su una teglia rivestita di carna forno, sulla superficie di ciascuno mettere un po’ di crescenza, un pizzico di pepe e passare a 220° per alcuni minuti. Infine servire questitortini di spaghetti con un paio di fette di prosciutto crudo e qualche foglia di rucola.

 

 

 

 

Riso con spiedini doppio gusto

 280 gr – Riso, 1 testa – Aglio, 200 ml – Latte, 2 – Scalogni, 40 gr – Parmigiano, brodo di carne, 400 gr di fesa – Tacchino
8 – prugne rosse, 16 foglie – Salvia, Cognac, Vino bianco, 1 cucchiaio – Semi di anice
3 – chiodi di garofano, olio extravergine di oliva, Burro, Sale, Pepe

 

 

 

 

 

 

Scottare l’aglio in padella con il latte per 3 minuti, poi scolarlo e tritarlo mescolandolo al riso, ai semi di anice e ai chiodi di garofano. Versare il riso in una teglia con 800 ml di brodo caldo, un pizzico di sale, 30 gr di burro fuso e, coperto con un foglio di alluminio, cuocere per 25 minuti a 200°.

Mescolare il riso ogni tanto e a metà cottura togliere il foglio di alluminio; a fine cottura, irrorare con un bicchiere di cognac, il formaggio grattugiato, una manciata di pepe e una noce di burro. Mescolare e ripassare in forno altri 5 minuti.

Nel frattempo tagliare il tacchino a cubetti grossi, tagliare a metà le prugne e su alcuni stecchini alternare un pezzo di una e un pezzo dell’altro, aggiungendo a piacere qualche foglia di salvia. Far dorare questi spiedini in padella con scalogni affettati, una noce di burro e 4 cucchiai di olio, sfumandoli poi con 200 ml di vino. Cuocere per 20 minuti, condendoli con sale e pepe.

Infine servire su un letto di riso questi spiedini, bagnati con tutto il loro sugo.

 

 

 

 

Orecchiette con ragù di mare

 280 gr – Orecchiette, 1 kg – Cozze, 3 spicchi – Aglio, 2 – Cipollotti
1 – Carota, 1 costa – Sedano, 150 gr – Fagiolini, 150 gr – fagioli rossi
Prezzemolo, Dragoncello, Vino bianco, olio di oliva, Sale, Pepe

 

 

 

 

 

 

 

Pulire le cozze e metterle in una padella con uno spicchio di aglio, 100 ml di vino, un cucchiaio di prezzemolo tritato e un pizzico di sale; aspettare che queste si aprano bene, poi prendere i molluschi (alcuni lasciarli nelle loro valve), filtrare il liquido di cottura e lasciarlo sobbollire in modo che si addensi.

Nel frattempo a parte pulire le verdure (sedano, cipollotti, carota), tagliarli sottili e farli appassire in padella con 4 cucchiai di olio; unire a questi anche i fagioli lavati, un pizzico di dragoncello, i molluschi con la loro salsa e un pizzico di pepe. Lasciar insaporire per alcuni minuti a fuoco alto.

Cuocere le orecchiette con i fagioini in pezzi in acqua bollente salata insieme anche al resto dell’aglio (facoltativo), scolarli bene al dente e unirli in padella con il ragù di mare, mescolare per alcuni minuti aggiungengo un filo di olio. Infine servire questo piatto decorando con le cozze intere e un po’ di prezzemolo tritato.

in: La nostra cucina
23 Luglio 2012
di silvia