La pizza è un simbolo di identità nazionale, facciamola diventare patrimonio culturale

E’ questo il desiderio espresso dalla campagna lanciata sulla piattaforma Change.org dall’Associazione Pizzaiuoli napoletani assieme alla fondazione UniVerde dell’ex ministro dell’Agricoltura Alfondo Pecoraro Scanio; ad oggi sono oltre 200mila le adesioni raccolte.

Una vera e propria petizione quella in atto in questo periodo per chiedere l’inserimento dell’Arte della Pizza nella “Lista rappresentativa del patrimonio cultura immateriale dell’umanità”.

Come afferma Coldiretti tramite il suo presidente Roberto Moncalvo, che sostiene questo progetto “Il riconoscimento dell’Unesco ha un valore straordinario per l’Italia che è il Paese dove più radicata è la cultura alimentare e la pizza rappresenta un simbolo dell’identità nazionale; è chiaro che garantire l’origine nazionale degli ingredienti e le modalità di lavorazione significa difendere un pezzo della nostra storia, ma anche la sua distintività nei confronti della concorrenza sleale.”.

Qual’è anche l’obiettivo di questa petizione? Dare maggiore garanzia ai consumatori, questo perchè oggi quasi 2 pizze su tre sono frutto di un mix e tra farina, pomodoro e mozzarella provenienti da chissà quali paesi a chissà quante migliaia di chilometri di distanza dall’Italia, senza fornire alcuna precisa indicazione a chi le consuma. La pizza media oggi si sta trasformando in un prodotto ottenuto da semilavorati industriali (come la mozzarella, frutto non del latte ma delle cagliate provenienti dall’Est Europa).

Conoscere è prevenire, la pizza è un simbolo italiano da sempre.

in: Notizie Dal Mondo
01 febbraio 2015
di silvia