“La dieta non dieta” il libro che aiuta a riequilibrare il metabolismo

Alimenti, proprietà, informazioni e molto altro sull’alimentazione in generale in modo da essere in grado anche da soli di raggiungere il “quieto vivere” del proprio organismo. Il nuovo libro-guida messo in commercio da Mondadori è scritto da Debora Rasio, oncologa e nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma.

LA DIETA NON DIETA. Riattivare il metabolismo e ripristinare il peso forma con l’alimentazione naturale” è un’ottima giuda che aiuta, sostiene ed insegna come prendersi cura del proprio corpo senza correre rischi, fare dei sacrifici inutili e/o errati.

Il 95 per cento delle diete per dimagrire entro un paio d’anni fallisce e si riprendono i chili persi, spesso con gli interessi. Questo perché iniziare una dieta non è un atto innocuo: il nostro organismo reagisce al “razionamento” del cibo come se fosse di fronte a un’ipotetica carestia e riduce il metabolismo per consumare meno. Una risposta saggia, che però non si modifica quando torniamo a mangiare normalmente: per questo si riacquistano i chili” ha spiegato la nutrizionista intervistata da Io Donna.

La dieta magica o perfetta non esiste, esiste invece un modo di dialogare con il cibo che sia equilibrato e giusto senza grandi sofferenze o enormi sacrifici spesso anche psicologici. Un grande tema che viene affrontato nel libro, racconta la Rasio, è il tema del grasso considerato spesso come qualcosa di assolutamente negativo “Il grasso è un isolante, è protettivo. Ci scherma da emozioni profonde, tant’è che in molti il peso si modifica proprio a seguito di eventi che hanno messo alla prova. Il nostro conscio, che vuole dimagrire per aderire a modelli estetici del tutto fuorvianti come la taglia 36 dei manichini, è la punta di un iceberg: sotto c’è un inconscio che spesso rema contro e ciò spiega perché, per esempio, si tenda spesso ad accumulare più grasso di quanto sarebbe atteso considerando quel che si mangia. Sono i neuroni che mandano al tessuto adiposo il messaggio di immagazzinare grasso, indipendentemente dalla nostra volontà”.

Quindi il libro non vuole essere un insegnamento o un regolamento da prendere alla lettera, ma come un buon amico da cui trarre i migliori consigli “Nel mio libro propongo una dieta che ha aiutato moltissime persone a perdere peso, il cui concetto principale è la riscoperta dell’alimentazione naturale. Oltre ad analizzare come funzionano i macronutrienti e a sfatare alcuni miti, per esempio i grassi che fanno male, mi preme sottolineare che sono i cibi processati e trasformati a essere realmente negativi: questi alimenti sono “disegnati” apposta per dis-regolare il nostro metabolismo, quindi a prescindere dai chili che segna la bilancia se li introduciamo sono negativi per la nostra salute. Mangiare alimenti naturali, non industriali significa dimagrire, mantenere il peso ideale e soprattutto avere un metabolismo sano: è questo lo scopo principale che dovremmo porci, prima ancora che quello di entrare in un paio di taglie di meno rispetto al solito”.

in: Notizie Dal Mondo
15 maggio 2017
di alessio