In una cucina calabrese ecco cosa si può trovare

 

La cucina calabrese utilizza quindi svariati ingredienti, tipici sia del mare, che della collina e perfino della montagna; un misto tra piatti di carne e di pesce accompagnati dalle verdure (da non dimenticare soprattutto melanzane e peperoncino).

 

 

Regione: Calabria

 

Crostini in salsa bomba

cappello3.png pomodorini sott’olio, prezzemolo, aglio, peperoncino, pane, olio extravergine d’oliva, sale

Pelare l’aglio, tritare il prezzemolo; frullare il pomodori con agli prezzemolo e peperoncino, olio e sale; far tostare le fette di pane leggermente unte in forno, poi cospargerle con questa salsa piccante e servire tiepido.

 

 

Lasagne con la ricotta

Per la pasta delle lasagne mescolare la farina con le uova e una presa di sale, poi unire l’acqua e lavorare fino ad ottenere un composto liscio. Stenderlo sottile con il mattarello, oppure con la macchina per la pasta, e ritagliare tanti rettangoli grandi uguali da sbollentare in acqua bollente salata.
Per la besciamella sciogliere la farina con un bicchiere di latte, mettere sul fuoco e unire il burro aspettando che si sciolga quindi aggiungere metà parmigiano, il prezzemolo tritato e il resto del latte, continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi. Una volta pronta, incorporare la besciamella alla ricotta.
Imburrare una teglia rettangolare, alternare in questa uno strato di lasagne e uno strato di crema di ricotta; continuare fino ad esaurimento ingredienti, poi spolverizzare la superficie con il resto del parmigiano. Cuocere le lasagne di ricotta in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

 

 

 

Pipi e sarde

Piatto tipico della cucina Calabrese, meglio conosciuto con il nome di peperoni e sarde; è un piatto semplicissimo e “povero” di ingredienti, perchè oltre appunto ai peperoni e alle sarde richiedere solo l’utilizzo di olive, basilico e olio.

cappello3.pngpeperoni, sarde, olive nere, basilico, olio extravergine d’oliva

 

 

Patate ‘mpacchiuse strascinate ara frissura

Ricetta calabrese, la cui traduzione significa “patate incollate fritte”.

cappello3.pngpatate, olio extravergine d’oliva, sale

Sbucciare e affettare le patate (le fette devono essere spesse 2-3 mm). Scaldare in una padella abbondante olio, quando è caldo unire le patate e farle cuocere per 20 minuti senza mescolare troppo. A metà cottura condire con il sale. Servire le patate incollate calde.

 

 

 

Cullurielli

Questi dolcetti sono tipici della cucina calabrese, e vengono solitamente prepararti soprattutto per il periodo intorno a Natale, a partire dal giorno dell’Immacolata (8 Dicembre). Come tutte le ricette regionali e “storiche”, non esiste una variante standard, ma ogni ricetta varia da famiglia a famiglia.

 

 

 

in: La nostra cucina
28 gennaio 2013
di alessio