I benefici dell’aceto a tavola

 

Buone notizie per chi soffre di diabete: l’aceto vi aiuterebbe a tenere bassi i livelli della glicemia dandovi la possibilità di mangiare anche alcuni alimenti non proprio consentiti.

L’aceto è un ingrediente che permette di consumare anche quegli alimenti che hanno un alto indice glicemico come ad esempio le patate e la zucca; questo perché riesce a contrastare l’aumento di zucchero nel sangue (glicemia). Lo studio ha evidenziato sull’aceto parecchi aspetti positivi; nel dettaglio la docente in scienza dell’alimentazione all’Università di Milano Bicocca spiega “Si tratta di risultati molto interessanti, che tuttavia necessitano di ulteriori conferme per accertarsi se questa potenziale azione positiva si verifichi anche con le piccole quantità di aceto abitualmente introdotte”.

Inoltre l’aceto aumenta il senso di sazietà, aiutanti così a controllare il peso, però è sempre limitare l’assunzione a 2 cucchiai al giorno. In cucina l’aceto può aiutare a ridurre il consumo di alimenti grassi come burro e olio.

Attenzione però. c’è anche a chi l’aceto non fa bene: in questa categoria rientrano le persone che soffrono di bruciori di stomaco perché stimala la secrezione gastrica, e a chi soffre di osteoporosi perché  troppo aceto ostacola l’assimilazione del calcio.

in: Salute e Benessere
22 Aprile 2013
di alessio