Guida Michelin 2018: Cracco perde la seconda stella

E’ uscita la nuova edizione della Guida Michelin 2018 e a far grande notizia è lo chef Carlo Cracco che perde la sua seconda stella: la super star televisiva dai mille impegni e mille progetti affronta quest’anno un periodo nero. La perdita della seconda stella Michelin è un duro colpo per lo chef, che ha recentemente aperto nella sua Milano il nuovo ristorante Garage Milano in collaborazione con Lapo Elkann.

Le stelle di rado si perdono, a volte solo per cessata attività. Sono pochi i ristoranti che si vedono declassare nella guida e quindi la perdita della stella di per sè fa scalpore. Due anni fa fu la volta di Davide Scabin, oggi lo è di Carlo Cracco. Ma se Scabin lo conoscevano solo i gourmet, Cracco è il volto di una generazione.

Come sottolinea VanityFair, a Cracco si deve l’inizio di un’era “Senza di lui non ci sarebbero i bistrot degli chef, tutti i programmi tv che sono venuti dopo, le vendite di libri e tutto il corollario dell’economia che attorno agli chef si è creata dal nulla. E macina, anche troppo, tanto da sembrare una bolla. Uomo-immagine perfetto, Cracco ci ha messo la faccia, per tutti.”.

Con Cracco, perde una stella anche un altro storico milanese, Claudio Sadler che nonostante tutto resta uno dei maestri indiscussi della ristorazione.

Ed infine oltre al danno, la beffa. Carlo Cracco è stato raggiunto ieri sera a Milano da Valerio Staffelli di Striscia la notizia per la consegna del meritato tapiro d’oro. Carlo Cracco questa volta accetta il tapiro affermando che la stella tolta sia stato un passo, il tutto giustificato perchè il ristorante sta per chiudere e che, con la riapertura in Galleria, la seconda stella sicuramente tornerà.

Per quanto riguarda i prezzi… Carlo Cracco “promette” per i primi due mesi un prezzo più accessibile.

in: Notizie Dal Mondo
17 Novembre 2017
di silvia