Guida all’acquisto del torrone

 

Il vero torrone, il re di tutti i torroni, è fatto con miele, zucchero mandorle e/o nocciole, albumi. Ma attenzione a cosa c’è scritto sull’etichetta!

Analizziamo insieme il torrone:
ostia: la lamina perfetta ha uno spessore di circa 1-2mm;
frutta secca: in grande quantità e distribuita in modo abbastanza uniforme in tutto l’impasto;
colore: dal bianco del tipo duro, al color crema in quello più morbido;

Altri consigli utili per la giusta scelta:
consistenza: il torrone duro si deve spezzare con facilità e la pasta deve essere friabile; no invece al torrone troppo dure perchè vuol dire che la pasta è troppo cotta;
frutta secca: deve essere tanta, meglio dare la precedenza a quei torroni che sulla confezione indicano la percentuale; no i torroni che hanno una scarsa dose perchè sapranno solo di zucchero;
etichetta: meglio preferire quei torroni che sull’etichetta indicano le quantità di frutta secca e miele in modo da avere più garanzie, evitare i torroni che hanno indicato l’amido, un addensante che riduce i tempi di cottura.
assaggio: miele e zucchero ben miscelati di sciolgono in bocca, se invece il torrone risulta gommoso scartarlo.

in: Scuola di cucina
19 Gennaio 2013
di alessio