Gli italiani prediligono la cucina salutare, aumenta la richiesta per frutta e verdura

Cifre e quantitativi da record raggiunti da frutta e verdura sulle tavole degli italiani; da una recente indagine sul mercato e sulle richieste da parte dei consumatori, è emerso come quest’anno ci sia stato un aumento di questo tipo di richiesta di oltre il 30%. Nel 2016, anche se non ancora giunto al termine, si è stimato un quantitativo di frutta e verdura pari a 320chili consumati per persona.

I dati di queste indagini, presentati durante la mostra “Frutti dimenticati” a Rimini, parlano chiaro: “Le famiglie italiane hanno acquistato complessivamente 3,47 milioni di tonnellate di frutta e verdura nei primi sei mesi 2016, con un aumento del 2% rispetto allo spesso periodo dell’anno precedente, secondo i dati di Macfrut Consumers’ Trend. In una situazione in cui peraltro sul fronte nazionale prosegue la debolezza dei consumi alimentari domestici che sono diminuiti su base annua dell’1,3% in termini di spesa. […] I comportamenti di consumo alimentare privilegiano l’origine, la salubrità e l’innovazione in termini di servizi che accompagnano il prodotto. In particolare l’origine risulta il criterio di scelta prioritario per oltre il 53 per cento dei consumatore italiani e il 34 per cento dei consumatori europei, mentre, nonostante le difficoltà economiche, i consumatori italiani che scelgono in base al prezzo basso si fermano al 32%.”.

in: Salute e Benessere
15 Settembre 2016
di silvia