Gli inglesi ci hanno visto bene con il loro amore per il tè

 

 

Uno studio effettuato a Los Angeles, ha fatto venire a galla l’importanza e i tanti aspetti positivi che questa bevanda ha e può avere sul nostro organismo, tanto da consigliarne almeno una tazza al giorno. Tra i maggiori motivi per cui questa bevanda risulta essere un toccasana per la nostra salute è che funge da protettore contro l’Alzheimer.

 

 

 

 

 

Ci sono però alcune differenze tra bere il tè verde e quello nero, perché ciascuno di questi ha “un suo compito”, in comune hanno comunque che aiutano a ridurre i rischi di formazione del cancro. Tra i due spicca per eccellenza il tè verde perché aiuta a combattere la leucemia, grazie alla Vitamina E contenuta protegge i lipidi del cervello, assorbe il colesterolo nel sangue, previene la formazioni di grumi nel sangue, combatte l’invecchiamento delle cellule, distende i nervi, combatte la cellulite e protegge le ossa dall’osteoporosi. Insomma, per quantificare i benefici del tè, questo riduce di circa il 40% il declino del nostro organismo mantenendolo più giovane e forte a lungo.

 

 

 

in: Salute e Benessere
15 Febbraio 2013
di alessio