FLOP della prova del cuoco: 600mila telespettatori persi e programma “insipido”

Il termine che si può usare per descrivere la “nuova” prova del cuoco è solo uno: FLOP. La nuova conduttrice ha preso in mani le redini di uno dei programmi più amati della Rai e, assieme allo staff, è stata costretta a rivederne completamente il format, anche e soprattutto dopo i numerosi addii nel cast.

Manca Antonella, mancano i nomi che hanno scritto la storia di oltre 18 anni di cucina italiana in tv ma soprattutto manca lo spirito “casalingo” che ha sempre caratterizzato la paura pranzo italiana.

Il caso televisivo è diventato anche, purtroppo, un caso politico, complice per molti la vicinanzan della conduttrice al Ministro Degli Interni.

“Fino all’anno scorso La Prova del cuoco faceva da traino al Tg1 delle 13,30, ora invece è diventata la palla al piede”. Il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, ha presentato un’interrogazione al presidente e all’amministratore delegato della Rai per denunciare il crollo degli ascolti della trasmissione condotta da quest’anno da Elisa Isoardi, che è la compagna del vicepremier Matteo Salvini.

A pagare le spese del calo degli ascolti, stimato ad oggi (un mese circa dal suo inzio) a 600mila telespettatori persi, sarebbe anche la nuova organizzazione: un programma lungo (2 ore), tanto spazio alla salute e poco alle ricette casalinghe.

Purtroppo però c’è anche chi (lucidamente) riesce ad ammettere che Elisa dentro al programma, conduce un ruolo senza errori: perfetta padrona di casa, informata, capace di mettersi in gioco anche quando ammette di non sapere determinate cose. Insomma, non sarà sicuramente come Antonella, ma l’impegno lo mette, forse, affermano i dirigenti Rai “Bisogna darle un po’ di tempo e un po’ di fiducia, lasciando da parte gli aspetti politici”.

in: Film e programmi tvLa prova del cuoco
01 Ottobre 2018
di alessio