Fao, oltre 820 milioni le persone senza cibo nel mondo

Quasi un miliardo di persone oggi, nel mondo, soffrono e muoiono di fame. I fati rilevati dalla FAO evidenziano una sottonutrizione di circa 820milioni di individui. È quanto emerge dal rapporto “Lo stato di sicurezza alimentare e nutrizione nel mondo 2019” della Fao presentato in queste ore a New York, che stima in oltre 2 miliardi le persone che non hanno accesso regolare a cibo sicuro, nutriente e sufficiente tra quelle colpite da livelli moderati di insicurezza alimentare e quelle che soffrono la fame, incluso l’8% della popolazione in Nord America ed Europa.

Il rapporto, nell’ottica dell’obiettivo “Fame Zero” entro il 2030, segnala che “dopo decenni di costante calo, la tendenza fame nel mondo, misurata dalla prevalenza di sottonutrizione, rimane invariata negli ultimi tre anni ad un livello leggermente inferiore all’11 percento”. La fame, viene specificato, “è in aumento in quasi tutti gli Stati africani, rendendo il continente la zona geografica con la più alta prevalenza di denutrizione, quasi il 20%.

Aumento della carenza di cibo pure in America Latina e Caraibi, anche se la prevalenza è ancora al di sotto del 7 per cento. Nell’Asia occidentale si registra un continuo aumento dal 2010, con oltre il 12%.

Lo studio, realizzato in collaborazione con il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (Ifad), Fondo per l’infanzia delle Nazioni Unite-Unicef, Programma alimentare mondiale (Pam) e Organizzazione mondiale della sanità (Oms), riporta inoltre anche le stime di un nuovo indicatore sulla prevalenza di un’insicurezza alimentare moderata e grave basata sulla Food Insecurity Experience Scale (Fies).

in: Notizie Dal Mondo
15 Luglio 2019
di silvia