Facciamo un po’ di pulizia, mangiamo radicchio a più non posso

Il radicchio è una verdura facilissima da reperire nel periodo autunnale, è una sorta di insalata amara caratterizzata da un colore rosso scuro con venature bianchissime. Usato in cucina per preparare principalmente piatti caldi come ad esempio risotti o torte salate, il radicchio ha in se tantissime ottime proprietà.

Come tutte le verdure, ogni tipo di frutto, tutti gli alimenti che consumiamo, anche questo ha le sue qualità, le sue sostanze nutritive; il radicchio infatti è caratterizzato da particolari proprietà che sono utilissime al nostro organismo in fatto di depurazione.

Che sia a testa rotonda (varietà Chioggia) o che sia allungato (varierà Treviso), il radicchio è un ortaggio ricchissimo di antiossidanti che come ben sappiamo aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e rendere più forte l’apparato cardiocircolatorio. Al suo interno sono contenute in quantità rilevanti vitamina A e C oltre a tantissimi sali minerali, come principalmente potassio fosforo sodio e ferro. Tutte questi “ingredienti” del radicchio contribuiscono a purificare il sangue, tonificare il fegato, prevenire infezioni all’intestino e l’eliminazione di scorie acide che tendono a formarsi con l’arrivo della stagione fredda.

Nel dettaglio, ecco perché il radicchio viene altamente consigliato da medici e nutrizionisti come un alimento da inserire spesso nell’alimentazione: attenua rughe e couperose (lesione cutanea del volto che si manifesta con chiazze rosse), aiuta a sfiammare il colon disinfettando l’apparato digerente, riattiva gli enzimi e da una scossa all’attività del pancreas in modo da stimolare il metabolismo, infine aiuta ad abbassare i livelli di glicemia abbassando il livello di zucchero ne sangue.

in: Conoscere gli ingredienti
06 Novembre 2014
di alessio