Eataly sbarca a Londra nel cuore della City: 3900 metri quadri di “made in Italy”

Eataly e British Land hanno reso ufficiale l’accordo chiacchierato fin dall’estate 2018: il celebre franchising italiano aprirà il suo primo ufficio del Regno Unito nella capitale, Londra, nel 2020. Nello specifico, Eataly occuperà ben 3900 metri quadri al primo piano del 135 Bishopgate.

La catena fondata in Italia, dove sono presenti numerosi negozi (di cui più di 10 solo nello stivale), ha da tempo ampliato la propria rete vendita anche fuori dai confini nazionali: in America Eataly spopola sia a New York che a Los Angeles e Chicago. Ma sono nati dei negozi anche a Mosca, a Tokyo, a Monaco. Entro il 2019, poi, Oscar Farinetti ha previsto tante aperture importanti: Las Vegas, Parigi, Toronto. E dal 2020 arriva anche il punto vendita londinese.

“Visitare lo storico Borough Market di Londra prima di inaugurare il primo Eataly in Italia è stato fonte di grande ispirazione per il nostro concept”, commenta Luca Baffigo, ammimistratore delegato di Eataly, “per questo motivo tornare a Londra portando un luogo dove comprare, mangiare e imparare per noi è un traguardo molto importante ed eccitante. Essere in grado di far vivere la nostra idea in un luogo così ricco di significato ci riempie di soddisfazione e ci stimola a realizzare, per la città, un Eataly bellissimo”.

Eataly a Londra sbarcherà in uno spazio di quasi 4mila quadri. Non si conosce ancora la data ufficiale della sua apertura, ma è quasi certo che avverrà entro Natale 2020.

Mentre per gli anni a seguire, oltre alla capitale inglese, sono già state programmate le aperture a San Paolo, Istanbul, Arabia Saudita, Tokyo, Seoul e Mosca; in Italia è già presente in tredici città e prossimamente è previsto lo sbarco a Verona.

in: Notizie Dal Mondo
04 Ottobre 2019
di alessio