E’ il momento di curare la memoria…con la frutta!

 

E’ stato effettuato uno studio ben preciso da un team di scienziati dello Brigham and Women Hospital e della Harvard Medical School di Boston: hanno esaminato un campione molto vasto di soggetti (circa 16.000), solo donne di varie età ed hanno evidenziato, dopo due anni alcune differenze. Quella parte di donne che aveva un alimentazione più ricca di frutti rossi, in particolare fragole e mirtilli, aveva subito un invecchiamento cognitivo molto inferiore rispetto alle altre. Tutto questo è dovuto ai flavonoidi (ne abbiamo già parlato in passato: clicca qui per tutti gli articoli con FLAVONOIDI): questi sono composti chimici naturali conosciuti ed apprezzati per le loro proprietà salutistiche; molto famosi come antiossidanti, sono utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, sistema immunitario e capillari; contribuiscono inoltre alla prevenzione di numerose patologie, come quelle cardiovascolari, infiammatorie e persino alcune forme tumorali.

 

La formula quindi è molto semplice, visto che gli alimenti di cui si parla sono diversi e tutti ottimi: aumentare oggi il consumo di frutti rossi per ridurre la diminuzione della memoria domani.

in: Salute e Benessere
18 aprile 2013
di alessio