Dieta post abbuffate natalizie

1. Dare un taglio alle calorie
2. Bere frullati
3. Non dimenticare leucina isoleucina e valina
4. Servire carne in tavola per cena
5. Le fibre fanno bene al tuo organismo
6. Dai un “calcio” alla linea
7. Tenere lontane le fritture
8. Omega 3: salmone o uova?

 

Semplici vero? Quasi più a farsi che a dirsi, queste regole possiamo anche dire che sono alla base di qualunque buona e corretta alimentazione, solo che in casi come questi sarebbe meglio non sgarrare, in modo da ottenere una buona linea e una forma fisica fantastica in poco tempo.

Tagliare le calorie: niente più panettoni e pandori, dolci e altri prelibatezze delle feste per fortuna, ma questo non significa che i dolci o tutti i piatti super calori sono consentiti, quindi momentaneamente dare un taglio a tutte quelle calorie anti-dieta.

I frullati a base di frutta di stagione possono in molti casi diventare un ottimo sostituto al pranzo, hanno tutte le vitamine necessarie e soddisfano la fame.

Leucina isoleucina e valina: sono vitamine che aiutano, meglio di tutte, a recuperare la forma fisica, aiutano ad aumentare il testosterone e l’ormone della crescita, che sono quelli che aiutano a combattere il grasso.

Carne per cena e pasta a pranzo: è la regola fondamentale per restare leggeri, ma soprattutto la carne (magra) contiene alcune proteine  animali che aiutano il processo di digestione del cibo.

Fibre: servono per mantenere il livello glicemico del sangue costante, perchè rallentano l’ingresso del cibo nel sangue.

Il calcio (per la dose giusta giornaliera dovreste bere circa 800 ml di latte, quasi un litro) presente in moltissimi latticini, aiuta a mantenere la linea, a prevenire l’osteoporosi e evitare la formazione del tumore al colon.

Per le fritture, c’è poco da dire: si sa che gli alimenti che vengono fritti sono molto pesanti, quindi meglio evitarli (iniziare da subito con questo rimedio, altrimenti poi come fare a carnevale con i tortelli o le chiacchiere?!).

In ultimo l’omega-3, immancabile e fondamentale, perchè oltre che ad aiutare nella riduzione di malattie cardiache e diabete, contrastano le infiammazioni in tutto il corpo e quindi aiutano i muscoli a recuperare la loro tonicità con maggiore velocità.

in: Salute e Benessere
01 Gennaio 2013
di silvia