Coronavirus, Lavazza dona 10 milioni di euro

Sono tante le iniziative che si moltiplicano in giorni di emergenza a sostegno di ospedali, strutture sanitarie e di quanti si stanno adoperando per contrastare l’estendersi di un’epidemia che sta mettendo in ginocchio il Piemonte e l’Italia intera.

“Un segnale positivo e di impegno concreto – spiega l’azienda – nella convinzione che con il contributo congiunto e immediato di tutti si possa uscire dall’emergenza e consentire all’Italia di ripartire”.

Di questi dieci milioni, sei saranno destinati alla raccolta fondi #IOCISONO Regione Piemonte-Sostegno emergenza Coronavirus, per l’acquisto di quanto necessario a sostenere le strutture sanitarie e il personale in prima linea ad affrontare questa situazione.

Altri 3 milioni di euro verranno devoluti alla Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi, scesa subito in campo per dotare gli ospedali di nuove apparecchiature e di materiale sanitario per le terapie intensive e i pronto soccorso, nonché di un’avanzatissima apparecchiatura in grado di velocizzare i test per l’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, per fornire kit igienizzanti gratuiti alle scuole torinesi che ne fanno richiesta e per portare agli anziani in difficoltà fisiche ed economiche generi di prima necessità.

Un milione di euro verrà infine destinato a favore di una pluralità di enti e associazioni attive sul territorio piemontese, a sostegno delle fasce più deboli e disagiate della popolazione.

“In questo momento – spiega Marnati, assessore regionale ai Servizi Digitali – è importante la collaborazione di tutti. Le donazioni saranno destinate al sostegno di medici e personale paramedico, ma anche per l’acquisto di materiale sanitario. I cittadini eventualmente potranno indicare nella causale l’ospedale al quale fare la donazione. Tutti gli acquisti saranno rendicontati in maniera trasparente. Il comparto sanitario ha bisogno anche della solidarietà dei Piemontesi“.

in: Natale
16 Marzo 2020
di silvia