Coronavirus, da Armani 1,250 milioni agli ospedali

Giorgio Armani scende in campo per aiutare i sanitari impegnati nella lotta al coronavirus. Il gruppo Armani, a fronte dell’emergenza, ha deciso di donare un milione e 250mila euro agli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele e Istituto dei Tumori di Milano, Spallanzani di Roma e a supporto dell’attività della protezione civile. Lo ha comunicato lo stesso gruppo Armani.

Armani è tra gli ultimi a scendere in campo contro il temuto virus che, dalla città metropolitana di Wuhan si è propagato velocemente in Europa.

Sebbene il governo italiano abbia emanato, nelle ultime ore, delle misure restrittive che riguardano in particolar modo la Lombardia, primo focolaio italiano, l’avanzata del Coronavirus non accenna ad arrestarsi.

Ma a fiancheggiare i virologi e la ricerca nel contrasto dell’epidemia, le grandi griffe della moda.

Da Dolce&GabbanaBulgari che solo qualche giorno fa dona, all’Istituto Spallanzani di Roma, un microscopio dal valore di 100 mila euro. E ancora, Versace, che con 143,400 dollari offre alla Croce Rossa cinese un supporto economico per contrastare le carenze di forniture mediche nel “Regno di Mezzo“. Donazione che vede protagonisti anche gruppo LVMH con l’offerta di 2,3 milioni di dollari e Kering, che dona, alla Croce Rossa cinese, 1,08 milioni di dollari.

in: Natale
09 Marzo 2020
di silvia