Controllare il sodio nell’alimentazione dei bambini

Per molti uno dei fattori più pericolosi e che è elemento di grande attenzione quando si parla di alimentazione è la quantità di zucchero contenuta; forse questa regola vale solo per gli adulti o per chi ha problemi di salute, ma per i più piccoli, per tutta la categoria dei bambini, un fattore che può determinare pericolo è il sodio.

Purtroppo la lista degli alimenti che hanno un indice molto alto di sodio, e che spesso e volentieri fanno gola a qualunque bambino, non è composta solo da qualche alimento; gli alimenti in questione sono ben 10 e sarebbe meglio, almeno in età infantile, limitarne il consumo e la somministrazione per evitare che in futuro si possano presentare problemi legati alla disidratazione.

—> “Il sodio è introdotto nell’organismo con gli alimenti e l’acqua (sodio non discrezionale) o come sale da cucina (sodio discrezionale). Se la quantità di sodio fornita con la dieta è eccessiva, aumenta la sua escrezione renale, se invece la dieta è iposodica, si osserva una riduzione dell’escrezione renale del catione. Il rene può regolare l’eliminazione del sodio fino al 10% della quantità filtrata. Il sodio è anche eliminato o perso attraverso le feci e il sudore per circa il 7% del suo introito (perdita obbligata).“.

Veniamo ora alla lista nera di questi alimenti potenzialmente dannosi:

1. pizza
2. pane e panini
3. affettati e salumi
4. snack salati
5. fast food (dai panini alle bibite)
6. formaggio
7. crocchette di pollo
8. pasta
9. piatti messicani
10. minestre o zuppe (intese quelle in scatola e quelle che si mangiano in giro, meglio optare sempre per la cucina fai da te con verdura fresca e leggero condimento)

in: Salute e Benessere
23 Ottobre 2015
di silvia