Come cambiano le abitudini degli italiani: cali e aumenti negli acquisti

Necessità, alimentazione, moda, salute, dieta: sono tantissimi i fattori che influenzano il nostro modo di fare la spesa, le nostre scelte su cosa acquistare e a quali alimenti dare maggiore importanza.

Siamo arrivati al 2015 dove l’alimentazione è ormai l’argomento di cui più si parla, si discute, ci si interessa; il modo di mangiare e di nutrirsi è in continuo cambiamento perchè soggetto a moltissimi fattori che lo influenzano, ma per fortuna questo cambiamento è in positivo perché siamo ogni giorno sempre più a conoscenza di benefici e difetti degli alimenti che siamo abituati a consumare. Si può aggiungere a questo il fattore “moda”, oggi come ben sappiamo molti tipi di alimentazioni (vegetariana, vegana ecc.) hanno influenzato il modo di alcune persone di vedere i cibi giusti e quelli no.

Ma come è davvero cambiata la richiesta degli alimenti sul mercato? Fortunamente in positivo, come riportano i dati rilevati da una recente analisi che porta il nome di “Rapporto Coop 2015”.

In enorma crescita e frutta verdura, che hanno guadagnato rispettivamente il 26% e il 19% di preferenze; dopo di loro tutti gli alimenti sono in calo, a partire dalla carne con -11%, succo e pane con -15% e -16%, formaggi -21%, piatti pronti -25%, torte e gelati con un -31%, snack e patatine con -37% e infine al tanto amata cioccolata che è calata raccogliendo -38%.

In conclusione dai risultati emersi si può dire che i nostri carrelli della spesa sono sempre più salutisti, le scelte sono guidate in piccolissima parte dal prezzo ma sopratutto dalla naturalità dei prodotti. Il carrello non è più solo “made in Italy”, ma è diventato un carrello multietnico dove interessante è la scoperta di altri prodotti e culture.

in: Notizie Dal Mondo
21 Settembre 2015
di silvia