Per combattere l’obesità infantile, eliminare bibite gassate e dolci industriali

Vietare la somministrazione ai bambini di dolci e bibite gassate fino all’età di 2 anni” è questo lo slogan con cui in America si cerca di aiutare le famiglie che hanno bambini piccoli a evitare il problema dell’obesità infantile, ormai molto diffuso. E’ una sorta di “tutela alimentare” quella messa in atto, il cui obiettivo è appunto combattere il fenomeno dell’obesità e allo stesso tempo tutelare la salute di arterie e cuore.

Privare completamente un bambino dei dolci apparentemente può sembrare un’azione crudele, eppure ne va della sua salute. I punti guida degli ultimi studi effettuati verso questo argomento sono: fino a due anni evitare dolci industriali e bibite gassate,nei successivi anni limitare le dosi di zucchero a 25g al giorno, che equivalgono circa a 6 cucchiai.

Questi dati sono stati comunicati dall’American Heart Association, che dichiara inoltre come il fenomeno dell’obesità sia un tema da non sottovalutare affatto, sopratutto nel periodo di crescita di individuo, per garantire ad esso una piena salute di cuore e arterie nel suo futuro da adulto.

Limitare i prodotti industriale, ma fare gran uso di quelli prodotti dalla natura, ossia frutta e verdura: questi alimenti che vengono sempre consigliati da ogni tipo di medico, hanno sia il giusto quantitativo calorico che le dosi adatte di principi attivi utili a tenere il corretto equilibrio si sostante nutritive all’interno del nostro organismo.

Ad intervenire su questo argomento è infine Miriam Vos, pediatra e nutrizionista impegnata all’interno della Emory University e che ha condotto lo studio sopra citato: “I bambini che mangiano molti prodotti zuccherati tendono a trascurare i cibi salutari come frutta, verdura, cereali integrali e derivati del latte, che fanno bene alla loro salute». Poiché i primi anni danno forma al gusto anche per il resto della vita, abituarsi fin da piccolissimi a sapori dolci renderà difficile, una volta cresciuti, liberarsi dal vizio“.

in: Salute e Benessere
28 Agosto 2016
di alessio