Cibi bio “nuovi” a cui non dire di no

cibobio

I prodotti biologici, privi di pestici e di additivi chimici, ci garantiscono un doppio beneficio: tutelano la nostra salute e, nel contempo, rispettano l’ambiente.

Da tempo ormai sappiamo che qualcosa, nell’equilibrio naturale, si stia disgregando e che dobbiamo correre ai ripari finchè siamo in tempo. Lo possiamo fare preferendo e acquistando cibi biologici, prodotti senza inquinare o contaminare la natura con additivi chimici o di sintesi, senza sfruttare intensivamente il bestiame, nel pieno rispetto del ritmo delle stagioni e della rotazione dei terreni, e sottoponendo i prodotti finali al controllo di appositi enti certificatori.

Alcuni ricercatori hanno stilato una piccola lista di “nuovi cibi bio” ottimi da unire alla vostra normale alimentazione che possono apportare solo piccoli benefici. Questi nuovi cibi bio sono 6:

1. Semi, da soli o uniti allo yogurt, fanno solo bene; tra i più gettonati quelli di Chia.

2. Gomasio, basta mescolare un cucchiaino di sale integrale con 10 di sesamo tostato e poi pestato

3. Kefir, la bevanda probiotica a metà tra il latte e lo yogurt, il più richiesto è quello di capra

4. Latte, di soia, di riso o di avena, la parola d’ordine è vegetale.

5. Reishi, denominato anche ganoderma lucidum, è il fungo terapeutico che nasce in Cina e Giappone, nel legno degli alberi di quercia e di castagno

6. Barrette superfood, lo snack anti age più in voga del momento.

 

in: Alimentazione
21 Agosto 2014
di silvia