Chocolier, per riconoscere apprezzare e utilizzare al meglio il cioccolato d’eccellenza

Grazie all’idea del Centro Studi Assaggiatori e alla collaborazione con Domori e Guido Gobino, è nato l’Istituto Internazionale Chocolier (IIC) che ha come obiettivo quello di valorizzare e curare lo sviluppo del cioccolato di alta qualità.

L’obiettivo dell’Istituto, è quello di “insegnare agli appassionati, con un metodo scientifico, l’analisi sensoriale del cioccolato e la conoscenza di tutta la filiera del cacao/cioccolato”.

All’interno dell’Istituto il programma stilato prevede un seminario con un corso di assaggiatore di primo livello indirizzato a laboratori, pasticcerie e consumatori appassionati.

L’Iic, nato dall’esperienza del Centro Studi Assaggiatori (quello dedicato al caffè è stato fondato nel 1993 e con oltre 9 mila iscritti), e per iniziativa di Domori e di Guido Gobino, costituisce l’unico luogo in Italia specializzato nello studio di nuovi metodi di analisi sensoriale del cioccolato.

“Gli elevati standard qualitativi garantiti dalle aziende nazionali del cioccolato ne fanno un settore di eccellenza con una grande propensione all’export che è cresciuto negli ultimi anni del + 33% – afferma Jean Pierre Willemsenm presidente dell’IIC. Se pensiamo che la Francia, grande paese produttore di cioccolateria fine, è il primo paese di destinazione del cioccolato italiano esportato con il 20% del totale a valore, la potenzialità di sviluppo del cioccolato italiano è altissima. Per questo abbiamo voluto creare, insieme a Guido Gobino e al Centro Studi Assaggiatori, l’Istituto Internazionale Chocolier per contribuire a diffondere la conoscenza e l’apprezzamento del cioccolato di alta qualità con l’obiettivo di sviluppare nel tempo il comparto”.

in: Notizie Dal Mondo
27 Agosto 2015
di silvia