“Caro Babbo Natale” dopo 650km di viaggio su un palloncino, i desideri della bambina diventano realtà

 

Il Natale arriva e con esso è tempo di tradizioni, sopratutto per i più piccoli che ogni affidano sogni e desideri di ogni tipo alla lettera a Babbo Natale. E’ il caso quest’anno di una bambina di Trento che ha scritto la sua lettera, l’ha attaccata ad un palloncino e ha sperato.

Ma nessuno avrebbe mai immaginato che questa lettera potesse arrivare nelle mani di qualcuno che si è fatto carico di questi sogni.

La dolcissima lettera è stata trovata da un ragazzo che ha avvisato i cittadini  del suo paese: tutti assieme si sono mobilitati per fare doni ed esaudire i desideri della giovanissima mittente. La bella storia è stata raccontata sul gruppo Facebook “Sei di Morolo se…” proprio dal ragazzo che ha ritrovato lettera e palloncino.

“Caro Babbo Natale, ti chiedo: una valigia poi vorrei le penne colorate, e infine una scatola con dentro una capsula Lol, una boll di Natale, tre lil-sister, due boll glitter, tre confetti pop e che la mia famiglia stesse bene.”

Queste le parole presenti nella letterina, che è stata diffusa in rete, accompagnata dal racconto del casuale destinatario.

“Ho visto che veniva da Trento; ho raccontato l’episodio a mio padre e lui mi ha spinto a scrivere una mail all’azienda che l’ha liberato […] Praticamente il palloncino è stato lanciato a Trento da un gruppo di alpini che hanno organizzato una serata con le scuole del posto: ogni palloncino aveva legato a sé una letterina per Babbo Natale scritta da un bambino o da una bambina del luogo. Ieri sono tornato nel luogo di ritrovo del palloncino giallo e a poca distanza ho trovato un secondo palloncino, stavolta di colore rosa, e questo aveva la famosa letterina! Beh, è stato come se avessi trovato un tesoro […] Spero che questa storia vi abbia regalato un pizzico di stupore. A me ha insegnato che i sogni prima o poi possono avverarsi, basta soltanto non smettere mai di sognare!”.

La storia raccontata da Antonio ha entusiasmato il paese tanto che il giovane assieme ai suoi amici ha deciso di attivarsi raccogliendo solo i giocattoli richiesti nella letterina, fare un pacco da inviare alla sede del gruppo Alpini, che lo consegnerà alla bambina.

in: Notizie Dal Mondo
02 Gennaio 2019
di silvia