Cancellare i brutti ricordi è possibile

Spesso capita di chiedersi come sia possibile cancellare dalla mente brutti pensieri che provocano stati d’animo di stress o scatenano stress post traumatico; una buona notizia in questo senso arriva da uno studio, pubblico su Current Biology e condotto dalla Columbia University Medical Center che mostra come sia effettivamente possibile cancellare selettivamente ricordi conservati nello stesso neurone.

Durante un evento pauroso o ansiogeno, diversi ricordi possono essere codificati. Alcune di queste memorie ci insegneranno, ad esempio, a temere luoghi bui o persone con un’arma. Ma anche un’informazione neutra, un ricordo non associativo, è in grado di scatenare attacchi d’ansia, persino molto tempo dopo il fatto traumatico.

Davanti a questa “necessità” i ricercatori avrebbero trovato una soluzione per eliminare il singolo ricordo che riesce a provocare stati d’ansia, senza ovviamente conseguenze negative per la memoria e la salute in generale.

Lo studio, condotto sull’Aplysia, un mollusco marino, apre la strada alla scoperta di farmaci in grado di cancellare ricordi che scatenano ansia o stress post traumatico. Una strategia che dimostra come questo intervento sia possibile, sostengono gli autori, convinti che ulteriori studi siano necessari per capire meglio come indebolire o cancellare anche nell’uomo i ricordi non associativi.

Gli studi al momento sono ancora al primo step, per arrivare a creare una pillola in grado di fare questo ci vuole ancora molto tempo, ma gli studiosi sono positivi in questo senso.

in: Notizie Dal Mondo
26 giugno 2017
di silvia