Camminare in spiaggia: in estate non esiste sport migliore

Camminare è importante, tutti i medici e i dietologi consigliano di fare almeno mezz’ora di camminata veloce al giorno per essere sempre in perfetta forma se non si ha il tempo di praticare uno sport più impegnativo e con costanza. Che siate al mare o in montagna, o anche in città, camminare è sempre possibile, basta avere un giusto paio di scarpe che non provochi danni alla schiena.

Ma l’estate è quasi sempre sinonimo di mare e quindi perché non camminare in spiaggia? La classica camminata sul bagnasciuga è un vero toccasana per l’organismo, per le gambe e per la circolazione. La camminata ha dei benefici, ma se abbinata all’acqua del mare questi rappoppiano.

Il Beach walking ha tantissimi benefici per il nostro corpo, molti dei quali forse nemmeno si sanno! Ecco 5 motivi per cui è importante non rinunciare a una lunga passeggiata quando si è in vacanza:

1. Bruciare calorie: lo sforzo che si compie camminando sulla sabbia, con l’acqua che richiede un’energia maggiore, aiuta a migliore la forma fisica;

2. Sorridere: camminare in spiaggia, con il rumore dell’acqua e il calore del sole migliore l’umore; è scientificamente testato che si ha un’immediata sensazione di relax e di benessere mentale;

3. Tonificazione: la camminata sulla spiaggia è per certi versi più faticosa di quella sulla strada, perché il piede affonda nella sabbia e le gambe vengono quindi maggiormente stimolate, favorendo la bonificazione dei muscoli;

4. Gonfiore alle gambe: camminare in acqua favorisce la riduzione dei ristagni liquidi e aiuta quindi ad eliminare il gonfiore sulle cosce;

3. Scrub: l’acqua del mare, grazie al sale presente in essa ed abbinata ai granelli di sabbia, funziona meglio di una pedicure.

in: Salute e Benessere
07 agosto 2017
di silvia