Cambia la ricetta ma non il gusto

 

Sostanza potenzialmente cancerogena = rischio cancro. E’ questa la scelta che è stata imposta all’azienda se voleva continuare a rispettare la ricetta di sempre, cioè doveva apporre la scritta di Rischio Cancro sulle lattine e bottigliette. Questa sostanza è tossica: per ora l’esame è stato però effettuato solo su animali, non ancora su soggetti umani.

L’azienda ha però preferito ridurre la dose di questo ingredienti rimanendo entra la soglia tollerata; al momento una normale lattina di Coca Cola da 33cl contiene circa 145 microgrammi, la dose a cui dovrà adeguarsi è quella di 29 microgrammi.

Non preoccupatevi però, cari consumatori, l’azienda promette che la Coca Cola non cambierà il suo sapore, resterà la stessa e solita bevanda di sempre e l’unica differenza sarà nel processo di colorazione della stessa.

In futuro lo stesso procedimento pare che sarà seguito anche da Pepsi.

in: Eventi
19 aprile 2013
di silvia