Fuori il Burro di Arachidi, dentro la Nutella: il nuovo obiettivo di casa Ferrero

L’azienda di Alba punta agli Stati Uniti in cerca di un nuovo successo, grazie al suo prodotto più forte, la Nutella. Con un mercato davvero piccolo ora, la Ferrero vuole sostituire nella cultura americana il loro burro di arachidi con la nostra Nutella, la crema di nocciole che fa da sempre gola a persone di ogni età.

A riportare la notizia è il Wall Street Journal che inizia con queste parole “Quando Michele Ferrero inventò il Ferrero Rocher, ci mise cinque anni per mettere a punto la forma della pralina di cioccolato. Al contrario suo figlio Giovanni, attuale amministratore delegato del gruppo che produce la Nutella, i Tic Tac e l’uovo Kinder, quest’anno ha messo sul mercato un nuovo snack dopo appena 12 mesi”. All’interno di questo lungo articolo troviamo anche i pensieri di Giovanni Ferrero, erede del timone dell’azienda dopo la scomparsa del padre nel febbraio 2015 “La tradizione è come un arco, più tiriamo la corda più lontano possiamo tirare le frecce della modernità e dell’innovazione. Il mercato statunitense è il primo per noi ma ci sono delle vulnerabilità, prima fra tutte la competizione molto forte”.

Dopo la morte del padre fondatore, l’azienda aveva tutti gli occhi puntati addosso, sia Nestlè che Mars volevano acquistarla ma tutte le offerte pervenute sono state rifiutate e il progetto di crescita ed espansione è rimasto nelle mani della famiglia.

L’obiettivo quindi di oggi è quello di sfidare una tradizione, l’immagine del prodotto più forte e più diffuso negli Stati Uniti, così da far crescere quella piccola fetta di mercato che attualmente si registra, pari a circa il 2,3%.

in: Notizie Dal Mondo
10 Agosto 2016
di alessio